Analisi e commento della lingua usata dai candidati nella campagna elettorale 2008 (a partire dal corpus di discorsi e programmi)

domenica 30 marzo 2008

Andare

Mi ha colpito, andando a fare qualche query di prova nel corpus elettorale, l'uso che viene fatto del verbo andare; a parte 3 casi in cui il verbo compone una locuzione con un gerundio che lo segue, per mettere l'accento sullo svolgimento dell'azione descritta, che è ancora in corso (Si vanno costruendo intorno a noi formidabili armate politiche , già sicure di vincere, da un discorso di Casini), la stragrande maggioranza delle 99 rimanenti occorrenze di andare (circa il 70%) sono tutte esempi di uno stesso costrutto sintattico, attraverso il quale si forma un passivo usando appunto, invece di essere, il verbo andare.
Vanno tagliate le spese per gli armamenti (Sinistra arcobaleno);
Le politiche di privatizzazione delle acque vanno completamente riviste (La Destra); 
La priorità va data agli impianti per produrre energia pulita (PD); 
I diritti vanno riconosciuti a tutti , sia ai cittadini italiani sia agli stranieri (Partito Socialista);
Va mantenuta la forma di governo parlamentare (UDC)
La costruzione aggiunge alle caratteristiche della forma passiva (in particolare la possibilità di rendere le frasi impersonali, non indicando il soggetto) un valore semantico di necessità (Le spese per gli armamenti devono essere tagliate, i diritti devono essere riconosciuti, ecc); le due caratteristiche combinate insieme ben si adattano ad un contesto elettorale, in cui si vuole sottolineare la necessità di cambiare le cose, ma spesso si preferisce essere meno precisi su chi dovrà farlo...
Nei pochi casi in cui andare è usato al di fuori da questo costrutto è spesso seguito da preposizioni e avverbi (andare male, andare avanti, andare oltre, andare incontro), formando delle locuzioni.



1 commento:

Andrea Santambrogio ha detto...

Noi italiani all'estero abbiamo un altro motivo per starcene all'estero. Grazie a tutti gli Italiani che hanno votato Berlusconi e scusaci mamma, non torneremo per un altro mandato...

http://www.italianiamadrid.it/2008/04/15/scusa-mamma-ha-vinto-berlusconi